Abbiamo provato il kit di NeoNail per lo smalto semipermanente: ecco com’è andata

Un kit professionale per il semipermanente tutto per la redazione di alfemminile! Potevamo rifiutare l’occasione per fare una manicure tra colleghe?
Il pacco non ha fatto in tempo ad arrivare in ufficio che già eravamo tutte intorno alla scatola, curiosissime di scoprirne il contenuto, e ho esclamato:
“Ragazze, ferme tutte, oggi pomeriggio facciamo aperitivo e manicure!”
E così la giornata è volata tra mille impegni aspettando l’ora dell’unboxing.

Ore 17:30… finalmente si comincia

Dopo il brindisi io e le ragazze ci siamo radunate nel living per aprire finalmente la scatola e… sorpresa! Dentro c’è davvero tutto! Per prima cosa le istruzioni, che sono fondamentali per chi, come noi, è alle prime armi con il semipermanente.
Il kit comprende: cotone e acetone per la rimozione, cleaner e nail prep per preparare e pulire l’unghia prima dello smalto, Base Hard e Top Hard che servono a garantire un risultato duraturo ed un’applicazione senza imperfezioni, smalti colorati e, udite udite: la lampada LED, necessaria per la polimerizzazione e la solidificazione dello smalto. Ma non è finita perché con nostra grande sorpresa abbiamo trovato anche lime professionali e buffer, quella lima a forma di parallelepipedo che serve a uniformare la superficie delle unghie. Insomma un kit completo e perfetto dall’aspetto super professionale ma adatto anche per noi principianti.

Una volta scelto il colore per ognuna di noi abbiamo cominciato a limare le unghie per dare loro la forma che preferiamo. Io ho puntato su una classica unghia corta e arrotondata. Subito dopo, le istruzioni dicono di passare al buffer per eliminare lo strato lucido, togliendo poi i residui con un cotone imbevuto di cleaner, che serve a pulire del tutto l’unghia.
Come ultimo step per preparare le unghie all’applicazione dello smalto, abbiamo lasciato evaporare per qualche secondo il nail prep.

Pronte per il semipermanente!

A questo punto rimangono solo tre step, davvero facili da intuire, ma li troviamo spiegati anche nelle istruzioni.
Procediamo con la base hard che rende liscia la superficie dell’unghia e che polimerizza in circa 60 secondi sotto la lampada.
Diamo poi una prima passata di colore, un giro di lampada e una seconda passata con un altro giro di lampada. Nonostante il colore sia già acceso, lucido e perfetto, manca l’ultimo step che prevede il top hard, un top coat che lucida ulteriormente l’unghia e protegge il colore – e che per ognuna di noi ha resistito mediamente 3 settimane.Ovviamente dipende molto dalla velocità con cui crescono le vostre unghie, ma a parte la ricrescita, l’aspetto del semipermanente è rimasto integro nonostante le nostre vite frenetiche, le pulizie di casa ed il lavoro che ci impone di ticchettare sulla tastiera tutto il giorno

Abbiamo provato il kit di NeoNail per lo smalto semipermanente: ecco com’è andata

.

Anche la rimozione, che abbiamo effettuato nelle settimane successive è risultata facile e veloce. Con dei batuffoli imbevuti di acetone sull’unghia, si avvolgono le dita nella carta argentata per tenere fermo il cotone e si attende per circa 7-10 minuti. Lo smalto si stacca subito e gli eventuali residui si limano via come per lo smalto tradizionale.

Abbiamo provato il kit di NeoNail per lo smalto semipermanente: ecco com’è andata

Un kit professionale ma perfetto per il fai-da-te

Quello di NeoNail è un kit completo e professionale ma per noi, alle primissime armi con l’applicazione del semipermanente, è stata un’esperienza facile e divertente senza contare che le istruzioni erano sempre lì a disposizione per qualsiasi dubbio. Ci siamo divertite e abbiamo avuto le mani curate per tre settimane senza preoccuparci dello smalto sbeccato ma soprattutto abbiamo ricevuto tantissimi complimenti da parenti e amici che stentavano a credere che fosse tutta opera nostra.
Nel frattempo, non vediamo l’ora di provare tutti i colori e di passare un altro pomeriggio di relax fra amiche!

di Marianna Barracane
Fonte di